venerdì 10 gennaio 2020

Come staccare i “succhiaruote” ...il nuovo e il vecchio del marketing, WEB!


parecchi "personaggi" hanno bisogno di essere presenti "sempre", a discapito di insulti e commenti negativi.

IL MARKETING si evolve (digitalmete) da anni (la politica insegna) ma con questo video si capisce il senso nella nuova ERA!

bravo!... pensate che questo video per Gcn ha funzionato un sacco!

il mio commento su youtube a questo video:
Rainone
quando sono in bici e supero qualcuno di solito gli dico "dai stai a ruota!" e se serve rallento un po ...Mi ringraziano tutti! e alla fine gran festa in qualche bar, ...in cima! che bello dare un senso sociale allo sport!

lunedì 6 gennaio 2020

VI Concorso “L’OLIO DELLA COLLINE DI CORI” e II Concorso “OLIO BIOLOGICO”: i vincitori


Si sono concluse la VI edizione del Concorso “L’OLIO DELLA COLLINE DI CORI” e la II edizione del Concorso “OLIO BIOLOGICO”, organizzati dall’Associazione CAPOL e dalla Proloco Cori, con il patrocinio del Comune di Cori, nell’ambito della III edizione del Natale 2019 – PACE TRA I POPOLI, manifestazione patrocinata e sostenuta dalla Regione Lazio – Le Feste delle Meraviglie - e dalla BCC di Roma – Agenzia di Cori.

Sabato 4 Gennaio, presso la Chiesa di Sant’Oliva, si è svolta la cerimonia di premiazione dei vincitori scelti dalla Commissione di assaggio formata dagli assaggiatori professionisti del Centro Assaggiatori Produzioni Olivicole di Latina, iscritti agli Elenchi Regionali/Nazionale di tecnici ed esperti degli oli di oliva vergini ed extra vergini, previo esame organolettico dei campioni anonimi presentati - 36 in tutto, di cui 8 vergini.

Questi i vincitori.

Premio Extra vergine categoria “Azienda”: 1° classificato Società Agricola I Lori (Località Fontana del Prato); 2° classificato Azienda Agricola Molino 7cento (Contrada Sant’Angelo); 3° classificato Frantoio Appetito Luigi(Località

Mattarella al 40° Anniversario della scomparsa dell On. Piersanti Mattar...

IRONMAN 70.3 Sardegna 2020

CHARLES LECLERC FINO AL 2024 CON LA SCUDERIA FERRARI MISSION WINNOW


Maranello, 23 Dicembre 2019 – La Scuderia Ferrari Mission Winnow è lieta di comunicare di avere esteso il contratto con Charles Leclerc.

Il talento che la squadra italiana ha cresciuto in casa dal 2016, all’interno della Ferrari Driver Academy, sarà dunque legato al team fino alla fine della stagione 2024.

Charles Leclerc

“Sono estremamente contento di rinnovare con la Scuderia Ferrari. La stagione appena conclusa come pilota della squadra più prestigiosa in Formula1 è stata per me un anno da sogno.
Non vedo l’ora di rendere ancora più profondo il rapporto già forte che mi lega al team dopo un 2019 intenso e ricco di emozioni. Guardo al futuro con impazienza, prontissimo a cominciare la prossima stagione”.



Mattia Binotto Team Principal

“La decisione e il desiderio di prolungare il contratto con Charles ci sono parsi sempre più naturali gara dopo gara, nell’ottica di assicurarci la collaborazione con il nostro pilota per le prossime cinque stagioni. Ciò a riprova dell’impegno della Scuderia e di Charles nel legare saldamente i propri nomi per il prossimo futuro.
Charles fa parte della nostra famiglia già dal 2016 e siamo più che orgogliosi dei frutti che stiamo raccogliendo dalla nostra Academy. Ci fa quindi un grande piacere poter annunciare che sarà con noi per molti anni a venire e siamo impazienti di scrivere con lui nuove pagine della storia del Cavallino Rampante”.

da:
media.ferrari.com

lunedì 16 dicembre 2019

Roma-Tokyo, la storica traversata aerea celebrata lo scorso 9 Dicembre in Sala Zuccari in Senato


Evento celebrativo del centenario del "raid" aereo Roma-Tokyo tenuto in anteprima al Senato, presso la Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani, lunedì 9 dicembre scorso.
Un ricordo dello storico volo compiuto dai piloti Arturo Ferrarin e Guido Masiero, insieme ai motoristi Gino Cappannini e Roberto Maretto, partiti dall’aeroporto di Roma Centocelle il 14 febbraio 1920 e arrivati a Tokyo il 31 maggio, dopo 109 ore di volo a tappe e 18.000 km, effettuato a bordo di due biplani Ansaldo SVA9, in legno e tela: i soli, tra gli undici velivoli partiti che parteciparono alla missione ideata da Gabriele D'Annunzio insieme al suo amico poeta e scrittore giapponese Harukichi Shimoi, a raggiungere Tokyo.
Una straordinaria impresa a testimonianza dell'impegno e dell'ardimento dei piloti italiani nel primo volo che unì l'Italia al Giappone.


segnalato da:
FONDAZIONE ITALIA GIAPPONE
C/O Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale


“DENTRO LA SCUDERIA” PRESENTATO IN FERRARI , IL LIBRO DI ANGELO CASTELLI SULLA VITA E IL LAVORO NELLA FABBRICA DI MARANELLO.

Fotto Angelo Castelli
Maranello, 3 dicembre 2019 – Angelo Castelli ha presentato oggi nel campus del Cavallino Rampante, alla presenza del Vice Presidente Piero Ferrari e dei dipendenti della Società, il suo libro di “Dentro la Scuderia. Mezzo secolo di vita e lavoro per la Ferrari” pubblicato da Arte Stampa. Un racconto approfondito e per alcuni tratti inedito di un manager che ha lavorato nella Casa di Maranello per oltre 52 anni.
Castelli ha vissuto da protagonista la trasformazione della fabbrica da realtà ancora artigianale a modello internazionale per i processi produttivi e di innovazione tecnologica. Assunto nel 1966 da Enzo Ferrari nel ruolo di disegnatore tecnico, ha ricoperto negli anni ruoli crescenti fino a dirigere il Comparto Tecnologie ed Infrastrutture. Lasciata l’azienda nel 2008, ha collaborato per altri 10 anni come consulente per i progetti dei nuovi stabili della Ferrari.
Corredato da immagini di grande valore storico, il libro testimonia con accuratezza l’espansione degli stabilimenti, delle loro strumentazioni e processi produttivi. Una crescita prorompente, dalla prima officina di viale Trento e Trieste agli stabilimenti moderni firmati da grandi architetti internazionali, costruita giorno per giorno con il lavoro di donne e uomini che hanno saputo dar vita al sogno del fondatore.
Castelli lascia così a tutti gli appassionati di Ferrari un documento prezioso su un aspetto determinante per il successo dell’azienda, quello delle infrastrutture e delle loro tecnologie, che è ancora poco noto.

da:
media.ferrari.com

giovedì 28 novembre 2019

Agenzia Entrate, AVVISO IMPORTANTE - Non Aprite Quella mail!

Campagna di diffusione ransomware con riferimenti Agenzia delle Entrate
Nel corso di queste ore è in atto una campagna malevola che utilizza loghi e riferimenti dell’Agenzia delle Entrate e sfrutta due domini, registrati ad hoc, in data 25 Ottobre 2019:

agenziaentrateinformazioni.icu
agenziaentrate.icu
agenziainformazioni.icu

L’email, scritta in italiano corretto, contiene un allegato malevolo dal nome “VERDI.doc” armato di macro malevola che se eseguita scarica ed attiva la componente malevola che fa riferimento al ransomware denominato Maze già rilevato dal CERT-PA in concomitanza di un recente evento di diffusione via Exploit Kit.

Di seguito uno screenshot dell’email:



Da:

sabato 9 novembre 2019

INTITOLAZIONE DELLA SCUOLA DI AMATRICE A SERGIO MARCHIONNE

Amatrice, 6 novembre 2019 – È stato oggi intitolato a Sergio Marchionne l’Istituto Onnicomprensivo di Amatrice, costruito dopo il sisma che colpì il Centro Italia nel 2016. Alla cerimonia erano presenti i rappresentanti delle istituzioni e delle autorità che sono impegnate nella ricostruzione del paese.
Ha partecipato alla cerimonia anche il Presidente di Ferrari John Elkann, a testimonianza della costante vicinanza della Casa che con il proprio contributo, il lavoro e la stretta collaborazione di tante realtà del territorio, è stata determinante per il completamento dell’opera.
L’evento si è svolto all’interno di un edificio ormai ultimato e vissuto quotidianamente dagli studenti, ai quali è stata dedicata questa giornata. Oltre a partecipare allo scoprimento della targa nel giardino della scuola, si sono uniti alla moderatrice dell’evento Safiria Leccese nel rivolgere le loro domande a John Elkann e alle autorità presenti sui temi dell’istruzione e sul loro futuro.
Nel corso del suo intervento Elkann ha annunciato che la relazione con l’Istituto Sergio Marchionne proseguirà: Ferrari offrirà la possibilità ai migliori studenti di vivere un‘esperienza formativa a Maranello, con la possibilità per i più meritevoli di conoscere da vicino la nostra azienda. Un legame sancito dal dono di un motore che, come è ben noto a tutti i ferraristi, è uno dei simboli più significativi dell’azienda e cuore di ogni vettura del Cavallino Rampante.
“È importante non solo lasciare un’opera ma anche rimanere vicini ai ragazzi di Amatrice – ha dichiarato John Elkann – La loro voglia di impegno e di opportunità deve trovare risposta in un ambiente che si metta all’ascolto dei loro bisogni e che ne sappia intercettare il potenziale. Per questo desideravo tornare in questa scuola con un messaggio rivolto al loro domani”.
“Ferrari – ha aggiunto Elkann – è orgogliosa di tendere la mano a questi studenti, onorando così la memoria di Sergio Marchionne”.
L’idea dell’intitolazione del Polo Scolastico è stata proposta dal Preside e dagli insegnanti per ricordare una figura fondamentale per la costruzione dell’edificio. Fu Marchionne infatti ad annunciare nell’agosto del 2016 la decisione di Ferrari di aiutare le popolazioni colpite dal terremoto mettendo all’asta il 500° esemplare di una LaFerrari. Questo impegno si è poi concretizzato, in accordo con la comunità locale, nella scuola di Amatrice a cui vennero destinati i 6,5 milioni di euro del ricavato. Un valore record mai raggiunto prima da una vettura del 21° secolo e soprattutto un record di solidarietà.
da:
ferrari.com

155 km di vergogna del dopo guerra... Addio Muro di Berlino, 30° aniversario

Il muro era lungo più di 155 km. Dopo la costruzione iniziale, venne regolarmente migliorato. Nel giugno 1962 venne costruito un secondo muro all'interno della frontiera destinato a rendere più difficile la fuga verso la Germania Ovest: fu così creata la cosiddetta "striscia della morte".

Il muro, che circondava Berlino Ovest, ha diviso in due la città di Berlino per 28 anni, dal 13 agosto del 1961 fino al 9 novembre 1989, giorno in cui il governo tedesco-orientale si vide costretto a decretare la riapertura delle frontiere con la repubblica federale. Già l'Ungheria aveva aperto le proprie frontiere con l'Austria il 23 agosto 1989, dando così la possibilità di espatriare in occidente ai tedeschi dell'Est che in quel momento si trovavano in altri paesi dell'Europa orientale.

Tra Berlino Ovest e Berlino Est la frontiera era fortificata militarmente da due muri paralleli di cemento armato, separati dalla cosiddetta "striscia della morte", larga alcune decine di metri. Durante questi anni, in accordo con i dati ufficiali,[7] furono uccise dalla polizia di frontiera della DDR almeno 133 persone mentre cercavano di superare il muro verso Berlino Ovest. In realtà tale cifra non comprendeva i fuggiaschi catturati dalla DDR: alcuni studiosi sostengono che furono più di 200 le persone uccise mentre cercavano di raggiungere Berlino Ovest o catturate e in seguito assassinate.


Il 9 novembre 1989, dopo diverse settimane di disordini pubblici, il governo della Germania Est annunciò che le visite in Germania e Berlino Ovest sarebbero state permesse; dopo questo annuncio molti cittadini dell'Est si arrampicarono sul muro e lo superarono per raggiungere gli abitanti della Germania Ovest dall'altro lato in un'atmosfera festosa. Durante le settimane successive piccole parti del muro furono demolite e portate via dalla folla e dai cercatori di souvenir; in seguito fu usata attrezzatura industriale per abbattere quasi tutto quello che era rimasto. Ancora oggi c'è un grande commercio di piccoli frammenti, molti dei quali falsi.

da:
wikipedia.org